Esordio sfortunato per De Angelis

È un Gp del Qatar amaro per Alex De Angelis quello che si è appena concluso.

Scattato dalla prima fila, il pilota dell’RSM Scot Team era riuscito a far sua la seconda posizione quando alla terza curva è volato in aria ricadendo violentemente sull’asfalto del Circuito Internazionale di Losail.

All’ingresso della terza curva, Alex ha dovuto far fronte ad una brusca frenata da parte di Toni Elias che lo precedeva. Il sammarinese ha reagito “attaccandosi” ai freni ma il pilota che lo seguiva lo ha centrato, compromettendo così la prima gara della sua stagione.

Il debutto in Moto2 ha portato ad Alex una contusione lombo-sacrale e un brutto colpo alla mano sinistra. Un vero peccato perchè il pilota di San Marino è stato uno dei protagonisti indiscussi del week end qatariano registrando, in tutti i turni di prove e anche nel warm up, uno dei migliori tempi.

Alex ha effettuato un’ottima partenza con la FORCE GP210 in livrea biancazzurra e, se le cose fossero andate diversamente, un buon risultato sarebbe stato alla sua portata.

De Angelis però guarda avanti, per la precisione al Gp del Giappone che il 25 aprile gli offrirà l’occasione di riscattarsi.

Alex De Angelis: “Il rammarico per come sono andate le cose è grande. Peccato perché ero partito molto bene e anche nel warm up sono andato piuttosto veloce. Elias ha frenato prima di quanto mi aspettassi così mi sono attacco ai freni e il pilota dietro mi ha centrato. Toni era davanti quindi era suo diritto scegliere il punto di frenata ma mi dispiace sia andata a finire così. Soprattutto perché i tempi registrati in gara non sono stati così eclatanti quindi un bel risultato era alla portata. Ho preso una butta botta alla zona lombo-sacrale e alla mano sinistra ma in breve tempo sono certo di essere pronto per il Gp del Giappone”
Chiudi il menu