De Angelis riparte da Jerez

Tra coloro che hanno gioito per il rinvio del Gp del Giappone c’è sicuramente Alex De Angelis. Il pilota di San Marino ha approfittato della settimana di stop per portare avanti le cure fisioterapiche necessarie dopo la brutta caduta nel Gp del Qatar.
In quell’occasione Alex aveva sbattuto violentemente sull’asfalto procurandosi una contusione lombo-sacrale. Il portacolori sammarinese dell’RSM Team Scot non è ancora al 100% della forma ma la voglia di riscatto gli darà sicuramente una marcia in più per affrontare da protagonista il Gp di Spagna, secondo appuntamento del Mondiale 2010 in programma dal 30 aprile al 2 maggio sul tracciato di Jerez de la Frontera.

Il tempo lasciato libero dalla mancata trasferta giapponese è stato prezioso anche per il team di Cirano Mularoni. La squadra sammarinese ha portato avanti il lavoro di sviluppo della FORCE GP210 concentrandosi, in particolar modo, sui dati raccolti in occasione del debutto in Qatar. De Angelis a Jerez avrà a disposizione del nuovo materiale e cercherà di sfruttarlo al meglio per aggiudicarsi, come accaduto nelle prove di Losail, un posto al sole tra l’affollata Moto2.

La tre giorni spagnola prevede per venerdì alle 15.10 il primo turno di libere. Sabato si replicherà alle 11.10 mentre alle 15.10 sarà la volta delle qualifiche. Il via alla gara è previsto per domenica alle 12.15.

Alex De Angelis: “ In queste settimane ho fatto molta fisioterapia per presentarmi al Gp di Spagna nella miglior forma possibile, ma ancora non sono al 100%. In circuito continuerò le cure con i medici della Clinica Mobile quindi spero che la mia schiena non mi riservi particolari problemi.

Il rinvio della gara giapponese e la settimana di stop hanno fatto bene sia al mio fisico che alla squadra: il team ha avuto,infatti, il tempo di sviluppare del nuovo materiale che ci siamo accorti essere necessario dopo la gara in Qatar. A Jerez avremo quindi numerose novità da provare e spero si rivelino adatte alle nostre esigenze.

Nei test invernali andati in scena su questo circuito siamo andati molto bene, siamo stati sempre veloci nonostante la nostra moto non avesse a disposizione quello che invece abbiamo ora. La mia speranza per il week end è quindi quella di riuscire a riproporre quello che di buono abbiamo fatto vedere nelle prove del Gp del Qatar”

Chiudi il menu