Qualche difficoltà per De Angelis in qualifica

Velocissimo nelle libere del mattino e più in difficoltà nelle qualifiche del pomeriggio. È questo il riassunto del sabato a Jerez de la Frontera di Alex De Angelis. Nel turno di libere mattutino, il pilota dell’RSM Scot Team era riuscito a fare suo il quinto miglior tempo fermando il cronometro sull’1’44.620.

Le temperature durante la giornata si sono poi alzate, sia quelle dell’aria che dell’asfalto, e così le qualifiche andate in scena nel pomeriggio non sono state altrettanto proficue. Il pilota di San Marino non è riuscito ad andare oltre al 26° crono quindi si prepara ad affrontare una gara tutta all’attacco.

Alex cercherà di portare la Force GP210 più in alto possibile per riuscire a racimolare punti importanti.

C’è inoltre da segnalare che il sabato di De Angelis non era iniziato nel migliore dei modi. Il sammarinese, durante la notte, ha accusato un fortissimo dolore alla spalla destra operata a dicembre, dolore dovuto all’accavallamento di un muscolo. Difficile stabile le cause ma le cure dei medici della Clinica Mobile, gli hanno permesso di affrontare i due turni in programma senza troppo problemi. Domani la gara della Moto2 scatterà alle 12,15.

Alex De Angelis: (26°, 1’45.515): “Nel turno di libere di questa mattina siamo stati molto veloci quindi pensavamo di essere competitivi e quasi a posto. Durante le qualifiche invece, con temperature dell’asfalto e dell’aria più alte, siamo tornati indietro, sia io che il mio compagno di team Canepa. I meccanici penseranno certamente a delle soluzioni ma, partendo così indietro, non sarà possibile puntare al podio come successo in Qatar. Cercherò comunque di rimontare più posizioni possibili confidando che l’orario della gara, più simile a quello delle libere, ci permetta di essere più competitivi”.
Chiudi il menu