Assen: obiettivo raggiunto

L’obiettivo per il Gp di Olanda era quello di portare a termine la gara e così è stato. Alex De Angelis ha effettuato tutti e 24 i giri della sfida della Moto2 e, nonostante i problemi e il dolore alla schiena (causati dallo strappo al muscolo quadrato dei lombi), Alex è passato sotto a! lla bandiera a scacchi dello storico tracciato di Assen. Il pilota della RSM Team Scot ha faticato non poco ma ha stretto i denti, la determinazione e il coraggio hanno poi fatto il resto. Il sammarinese, scattato dalla ventiseiesima piazza in griglia, ha guadagnato diverse posizioni chiudendo al 20° posto. Domenica prossima si torna in pista: sarà il Montmelò di Barcellona a ospitare il Gp di Catalunya.

Alex De Angelis: (20°, 42.525): “Giornata difficile quella di oggi; finire i 24 giri non è stato facile ma, grazie al lavoro della Clinica Mobile, ci sono riuscito e sono contento perché l’obiettivo era proprio quello di arrivare al traguardo e raccogliere più dati possibili. Chiaro che come al solito si dovrebbe fare di più, ma aver preso parte a tutto weekend e finire la gara è già un risultato importante. Non smentisco che sono stato chiamato da più di un team della Motogp; al momento ci sono stati solo i primi contatti però sono molto orgoglioso che pensino a me ogniqualvolta si libera un posto nella classe regina”
Chiudi il menu