Alex torna in MotoGp: grande entusiasmo alla vigilia del Gp di Germania

Il ritorno di Alex De Angelis in MotoGp avverrà su una delle sue piste preferite: il tracciato tedesco del Sachsenring. Qui il pilota sammarinese si è tolto molte soddisfazioni e ha raggiunto risultati importanti in tutte le classi. Proprio al Sachsenring è salito per la prima volta sul podio nel 2002 e poi non è più sceso fino al 2008. Anche nelle due stagioni trascorse in MotoGp Alex ha dimostrato l’ottimo feeling con la tortuosa pista tedesca: il quarto e il quinto posto sono lì a testimoniarlo. Con queste premesse è facilmente intuibile l’entusiasmo del pilota di San Marino alla vigilia dell’ottavo appuntamento mondiale, il primo per lui nella massima classe. Alex da giovedì si metterà al lavoro per studiare le caratteristiche della Honda del Team Interwetten e le regolazioni possibili. Prenderà i primi contatti con tecnici e meccanici del team svizzero con il quale lavorerà per le prossime gare, fino al ritorno dell’infortunato Hiroshi Aoyama. Il regolamento vieta la possibilità di fare test così De Angelis salirà in sella alla Honda in occasione delle prime del Gp di Germania, venerdì alle 13.55. Il sammarinese cercherà di adattarsi il più velocemente possibile alla nuova moto, una Honda totalmente diversa da quella utilizzata nelle due stagioni trascorse nel team Gresini e quindi tutta da scoprire. Il sammarinese non vede l’ora di affrontare questa nuova avventura in MotoGp e di sfruttare al meglio l’opportunità che si è presentata nel bel mezzo di una stagione a dir poco difficile e inconsueta.

Alex De Angelis: “La moto è completamente nuova per me, la squadra pure quindi questa gara servirà più che altro come test. Sin da venerdì cercherò di fare del mio meglio per cercare di scoprire e imparare in fretta le regolazioni della moto e prendere confidenza con la Honda. L’obiettivo del weekend è quello di migliorare costantemente nei tre giorni in pista e ridurre il gap dagli altri piloti, per essere sempre più vicino sin dalle prossime gare. Sono entusiasta di questa opportunità e sono molto carico; andrò al Sachsenring un giorno prima per fare alcuni riunioni con la squadra per familiarizzare con i ragazzi e con la moto, imparare l’elettronica e le varie regolazioni”
Chiudi il menu