Alex al via dalla seconda fila

  • JIR

Alex partirà dalla sesta posizione in griglia nel primo appuntamento europeo della stagione. L’ 1’43.612 siglato a pochi minuti dalla fine gli ha permesso di guadagnare la seconda fila e ambire di essere uno dei protagonisti indiscussi del Gp di Spagna.

Il sabato andaluso sul tracciato di Jerez de la Frontera ha portato riscontri positivi nel box del JiR Moto2 Team. Le libere della mattina sono state impiegate come simulazione per sfruttare sulla lunga distanza le gomme e valutarne il rendimento e la durata in ottica gara. Le prestazioni si sono rivelate costanti per tutti i trenta giri effettuati e il sammarinese ha siglato il suo miglior tempo durante le ultime tornate.A fine giornata Alex si è detto molto soddisfatto dei risultati ottenuti e dei costanti e quotidiani miglioramenti che la squadra continua a ottenere di turno in turno.

Non è escluso che domani le condizioni meteo cambino e quindi anche le carte in tavola. In caso di pioggia il Gp di Spagna sarà una vera incognita; l’ultima versione della MotoBI non ha mai girato in condizioni di asfalto bagnato ma poco importa perchè il suo pilota è un vero specialista della pioggia.Domani la gara scatterà alle 12.15 mentre alle 9.10 i piloti della Moto2 scenderanno in pista per il warm up.

Alex De Angelis: (6°, 1'43.613): “I risultati e i riscontri ottenuti oggi non possono che rendermi felice. Nelle libere di questa mattina ho portato le gomme oltre la distanza gara, siglando il mio miglior tempo proprio durante gli ultimi giri; questa indicazione è molto positiva in vista della gara di domani, sempre che le condizioni meteo non cambino. Per quanto riguarda le qualifiche, forse avrei potuto migliorare il tempo perchè nell’ultimo giro ho girato in 43.7 nonostante due sorpassi e un po’ di traffico. I primi due al momento sono ancora troppo veloci per noi ma abbiamo margini di miglioramento; mi trovo sempre più a mio agio con questa MotoBi e vedere che ogni giorno potenziamo le nostre prestazioni mi da una gran carica. Bisogna considerare, infatti, che rispetto agli ultimi test di Jerez il mio tempo si è abbassato di un secondo mentre gli altri piloti sono migliorati di poco e addirittura leggermente peggiorati. Se domani dovesse piovere la gara sarà un' incognita; ho provato la MotoBi con le ultime tarature solo su piste asciutte e con alte temperature quindi non abbiamo riferimenti sul bagnato. Non dovremmo comunque avere grossi problemi perchè la nostra base tecnica è solida e guidare in quelle condizioni mi piace tantissimo”
Chiudi il menu