Quarto posto per Alex a Brno

  • JIR

Il Gp della Repubblica Ceca è stato caratterizzato da un'avvincente gara della Moto2, con quattro piloti che per tutti i venti giri hanno lottato per la vittoria con sorpassi al limite e forti emozioni. Tra i pretendenti c'era anche Alex De Angelis, dimostratosi aggressivo e determinato per la lotta alle posizioni che contano anche in quel di Brno. Scattato bene dalla prima fila, il pilota del Team Jir è stato protagonista di bellissimi sorpassi che però non sono stati sufficienti a farlo salire sul podio. Nonostante Alex e la sua squadra siano riusciti a trovare un ottimo set-up per la MotoBI, efficace in curva e in staccata, il gap di motore continua a rendere in salita le gare del sammarinese. Il deficit di velocità in rettilineo e nei punti dove l'accelerazione è fondamentale, gli fanno perdere terreno determinante per la lotta alla vittoria che sarebbe invece alla sua portata. Il quarto posto di oggi a Brno permette però al sammarinese di salire in classifica mondiale e di agguantare la terza posizione alla spalle di Bradl e Marqez.

Alex De Angelis: (4°, 41'14.125): “La gara di oggi è stata una la fotocopia di quella del Sachsenring, peccato solo essere rimasti fuori dal podio. Come si è potuto vedere la mia MotoBi è molto competitiva, mi permette di staccare forte e di essere molto efficace nei tratti guidati, quindi non abbiamo nulla da invidiare ai primi. Nonostante un ottimo set up e una buona gestione delle gomme, purtroppo in rettilineo e accelerazione non siamo veloci come loro quindi perdiamo decimi e terreno importanti che non ci permettono di lottare per la vittoria. Se manca il motore io non posso inventarmi niente, posso solo sperare che il team continui a lavorare e trovare nuovi pezzi e soluzioni che ci permettano di essere competitivi e fare l'ultimo step che ci serve per vincere. Sono comunque contento di aver portato a casa punti importanti che mi hanno fatto salire in terza posizione nella classifica mondiale”
Chiudi il menu