Gara difficile a Indy per Alex

  • JIR

Le difficoltà riscontrate sin da venerdì a Indianapolis si sono riproposte anche in gara. Alex ha faticato nel mantenere un ritmo sostenuto nelle ventisei tornate ed ha chiuso il Gp statunitense in quindicesima posizione. Il pilota del team Jir, come del resto molti altri colleghi, ha trovato ostico il nuovo manto del circuito dove l'usura delle gomme si è verificata prematuramente. Il gap di motore ha inoltre inciso sulle prestazioni, soprattutto in rettilineo. Il piazzamento gli ha comunque permesso di mantenere la terza posizione che ora divide a pari merito con Andrea Iannone.

Alex De Angelis: (15°, 46'17.49): “Giornata veramente difficile, abbiamo strappato sin dall’inizio le gomme non migliorando la posizione di partenza. Sono comunque riuscito a mantenere la terza posizione in campionato però la moto non è performante e in rettilineo mi superano tutti. Bisognerà inventare qualcosa per mantenere la terza piazza in campionato.”
Le difficoltà riscontrate sin da venerdì a Indianapolis si sono riproposte anche in gara. Alex ha faticato nel mantenere un ritmo sostenuto nelle ventisei tornate ed ha chiuso il Gp statunitense in quindicesima posizione. Il pilota del team Jir, come del resto molti altri colleghi, ha trovato ostico il nuovo manto del circuito dove l'usura delle gomme si è verificata prematuramente. Il gap di motore ha inoltre inciso sulle prestazioni, soprattutto in rettilineo. Il piazzamento gli ha comunque permesso di mantenere la terza posizione che ora divide a pari merito con Andrea Iannone.Alex cercherà di rifarsi e di riappropriarsi delle posizioni che merita il prossima week end, quando sul circuito di Misano si svolgerà la sua vera gara di casa, il Gp di San Marino e della Rviera di Rimini.
Chiudi il menu