Alex: “Domenica sarà importante partire davanti”

  • JIR

Prima giornata di prove libere sul circuito malese di Sepang, dove i centauri della Moto2 sono impegnati per il penultimo round della stagione 2011.
De Angelis si presenta in Malesia dopo la vittoria di una settimana fa e con ancora il ricordo del bel secondo posto conquistato l'anno scorso qui a Sepang, elementi che lo stanno spronando a dare il meglio per replicare i bei risultati.
Nel primo turno di libere team e pilota hanno cercato come sempre di riprendere confidenza con il circuito e interpretare i primi feedback che arrivano da gomme e assetto. Alex ha compiuto 13 giri che sono serviti a tracciare le prime linee guida per il proseguo del week end. Più intenso il lavoro nel secondo turno, con 16 giri all'attivo e molti chilometri macinati, utili soprattutto per testare le gomme e la loro durata, anche in relazione al caldo afoso che come di consueto attanaglia il circuito malese.
In termini cronometrici i riscontri provvisori sono positivi: De Angelis e la sua MotoBI con il best lap in 2'08.616 sono già più veloci del tempo di qualifica dello scorso anno, a testimonianza del notevole miglioramento tecnico che c'è stato rispetto alla passata stagione. Nella classifica combinata Alex è in 6° posizione, i distacchi sono molto risicati tanto che paga solo 152 millesimi di secondo dal leader provvisorio Stefan Bradl.
Come prevede la consolidata metodologia del Team JiR la giornata di domani sarà dedicata prima a rifinire l'assetto per trovare il compromesso giusto per la gara e poi, nelle qualifiche, a trovare il guizzo sul giro secco per conquistare la migliore posizione possibile in griglia.

Alex De Angelis: “Come di consueto abbiamo provato le diverse soluzioni offerte da Dunlop per le gomme cercando di trovare il feeling giusto. Sull'anteriore siamo a posto, abbiamo già deliberato quale sarà la copertura per la gara che mi dà buona confidenza e durata. Per il posteriore invece siamo più indietro, sento la mia MotoBI ancora molto nervosa quindi domani dovremo fare ulteriori interventi per migliorare la stabilità e trovare un maggior equilibrio e aderenza. Fa molto caldo quindi in previsione gara sarà importante riuscire a partire davanti perché qui il gioco delle scie potrebbe essere ingannevole: positivo per la velocità ma ostico per la gestione del raffreddamento del motore.”
Chiudi il menu