Nel 2012 con NGM Mobile Forward Racing Team

  • NGM

Domenica a Valencia è andata in archivio la stagione mondiale numero dodici di Alex, una stagione vissuta tra i protagonisti della Moto2 che ha regalato tante soddisfazioni, in primis la vittoria a Phillip Island, e conferme. Il sammarinese è maturato e la costanza dimostrata in questo 2011 ne è la riprova: è stato lui l’unico pilota della sua classe ad andare a punti in tutte le gare tranne una.

Ma ora è già tempo di guardare al prossimo anno, ai prossimi obiettivi. Alex proseguirà l’avventura in Moto2 e, dopo il felice sodalizio con il Team Jir, sbarcherà nel NGM Mobile Forward Racing Team.

Alex De Angelis:
“E finita anche questa stagione, un'annata indubbiamente positiva nella quale ho, non solo portato a casa un’altra vittoria e un podio, ma anche dimostrato una grande costanza avendo un solo zero tra i risultati. Per questo ringrazio il Team Jir per tutto quello che ha fatto per me in un anno e mezzo di collaborazione, gli sponsor e la squadra. Ora è già di guardare al futuro che ho scelto di affrontare con il Team Forward. Sono tanti i motivi alla base della mia scelta: prima di tutto condividiamo una grande passione per questo sport e poi insieme vogliamo confermarci tra i protagonisti della Moto2. Sono anni che il Team Forward mi corteggia e questo mi rende felice e fiducioso. Hanno, infatti, dimostrato di credere in me e sono certo che metteranno a disposizione tutto il loro know how per mettermi nelle condizioni di fare un’ottima stagione. Proprio per questo non vedo l'ora di immergermi nel nuovo progetto e in questa nuova avventura. Lo faremo già a fine mese, a Jerez, in una tre giorni di test che sarà importante per capire quale strada intraprendere prima dello stop invernale.”

Carlo Pernat, Manager

“Sono contento che Alex abbia scelto il Team Forward per la prossima stagione, una squadra ben organizzata e con un reparto tecnico di suo gradimento capitanato dal suo fedele capo tecnico Pietro Caprara. Tra le ipotesi c’era anche la possibilità di salire in MotoGp con una CRT, ma le incognite sono ancora tante quindi la scelta di rimanere in Moto2 per questa stagione è quella giusta al momento. Alex in questo campionato 2011 ha dimostrato di essere un pilota forte e molto competitivo. E’ stato costante e ha lottato fino alla fine per il terzo posto nel mondiale e, se non fosse stato per le difficili condizioni della gara di Valencia, probabilmente l’avrebbe conquistato. Ha ottenuto bei piazzamenti e fatto gare molto belle nonostante la sua moto non fosse così competitiva per lottare costantemente per le prime posizioni, soprattutto per quanto riguarda la velocità di punta.”

Chiudi il menu