Test a Jerez de la Frontera

  • NGM

Nei tre giorni di test Irta a Jerez de la Frontera molto lavoro è stato fatto.

Alex e i ragazzi del NGM Mobile Forward Racing Team hanno messo a referto tantissimi giri e acquisito dati importanti.

Manca ancora un set up che permetta al sammarinese di guidare deciso con la grinta che lo contraddistingue e di spingere di più. L’assenza di tempi ufficiali e l’utilizzo di motori diversi non permette di determinare esattamente il gap dai primi. Solo il prossimo mese, sempre sull’asfalto di Jerez, con motori e cronometraggio ufficiali, si potrà precisamente determinare la reale distanza. Nel frattempo la squadra continuerà a lavorare sulla nuova Suter per individuare accorgimenti e regolazioni in grado di ridurre i tempi e avvicinarsi al gruppo dei primi.

Non resta che aspettare i test che si svolgeranno a Jerez de la Frontera dal 19 al 21 marzo.

Alex De Angelis: “Non abbiamo ancora trovato un set up che mi permetta di avere il feeling giusto per spingere e quindi siglare tempi migliori. Difficile avere un’idea precisa del gap che ci divide dagli altri perché non tutti, al contrario di noi, hanno usato motori originali. Alcuni erano decisamente più prestazionali rispetto al nostro quindi solo nei test di Jerez del prossimo mese, quando tutti avremo i propulsori ufficiali, sapremo esattamente la distanza che ci separa dal gruppetto dei primi. La Kalex durante l’inverno ha fatto un ottimo lavoro, tanto da avere sei piloti nelle prime sette posizioni, quindi noi dovremo lavorare tantissimo per recuperare e trovare un set up che mi permetta di ritrovare il mio stile di guida aggressivo.

In questi tre giorni abbiamo provato tantissimo e abbiamo individuato cosa va e cosa no. Sabato ho fatto una brutta caduta ma sto già bene e un mese è più che sufficiente per tornare in pista in gran forma.

L’obiettivo dei prossimi test di Jerez sarà di ridurre il gap dai primi per partire più sereni alla volta del Qatar.”

Chiudi il menu