Test bagnati a Jerez

  • NGM

Si è chiuso ieri il secondo test della stagione 2013 per i piloti della Moto2 a Jerez de la Frontera.

Purtroppo la pioggia e il continuo variare delle condizioni atmosferiche non hanno permesso di portare avanti lo sviluppo delle Speed Up del Team NGM Mobile Forward Racing e di registrare miglioramenti.

Per la prima volta Alex ha provato la nuova moto su asfalto bagnato avendo la pioggia condizionato la prima e la terza giornata di test.

Gli unici turni asciutti di mercoledì non sono stati sufficienti a proseguire il lavoro e ottenere importanti progressi. E’ stato però risolto il problema di deterioramento precoce dei pneumatici accusato nei test di Valencia della scorsa settimana, grazie a un set up in grado di mantenere la temperatura delle gomme più costante.

C’è tanto lavoro da fare in vista del campionato, i più veloci sono ancora lontani sopprattutto sulla prestazione cronometrica sul giro. I prossimi test IRTA sono in programma dal 18 al 21 marzo. In questa occasione tutti i piloti della Moto2 avranno lo stesso motore fornito dall’organizzazione.

Alex De Angelis: “Il clima a Jerez non ci ha aiutato, abbiamo girato solamente un giorno sull’asciutto per cui non siamo riusciti a portare avanti il lavoro di sviluppo. Però per la prima volta ho provato la Speed Up sul bagnato e abbiamo risolto il problema di deterioramento precoce delle gomme accusato a Valencia. Purtroppo io e i miei compagni siamo ancora molto lontani dalla top five e c’è da lavorare tanto. Spero che il team prenda provvedimenti: il mio consiglio è di organizzare subito un altro test privato durante il quale poter testare nuovi set up e possibilmente nuove componenti che mi auguro Speed Up voglia fornirci”
Chiudi il menu