Gp di Aragon – Gara

  • NGM

Fortunatamente si è risolta con uno spavento e qualche contusione la caduta di Alex nel corso dell’ultimo giro del Gp di Aragon.

Il sammarinese è stato colpito da Cortese in lotta con lui per la decima posizione e di conseguenza è caduto a terra. La prossimità con il pilota che li seguiva ha reso inevitabile l’impatto che ha riguardato solo la gamba destra. Alex se l’è cavata con un trauma contusivo al polpaccio e un'escoriazione all'avambraccio destro.

La gara spagnola si è rivelata combattuta e avvincente sin dalle prime battute: il pilota del tean NGM Mobile Forward Racing è scattato dall’ottava posizione ma nella lotta iniziale è scivolato fino alla quattordicesima. In pochi giri si è però riportato nella top ten, lottando anche con il compagno di squadra Pasini ed è li che avrebbe chiuso senza il contatto finale.

Adesso il calendario si ferma per una settimana di pausa che sarà utile ad Alex per recuperare in tempo per il trittico di Malesia, Australia e Giappone.

Alex De Angelis: “La gara non è partita molto bene perché ho perso tante posizioni quando mi hanno portato sull’esterno della pista durante il primo giro. Però ho recuperato molto bene e sono rientrato nella top ten; negli ultimi giri ho anche tentato di agguantare la posizione di Mattia Pasini infatti ci siamo passati più di una volta. Poi da dietro è arrivato Cortese che mi ha passato, io l’ho ripassato e all’uscita dal rettilineo ho sentito una gran botta e mi ha buttato per terra. Peccato, è stata una bella gara e trovo un po’ eccessive queste manovre, specialmente per un decimo posto.”
Chiudi il menu