Una scivolata rovina il primo giorno di prove di Alex a Silverstone

Una scivolata rovina il primo giorno di prove di Alex a Silverstone

Il primo giorno di prove libere del GP d’Inghilterra si è chiuso sul circuito di Silverstone con una scivolata per Alex De Angelis e per il Team e-motion Iodaracing MotoGP. Il pilota di San Marino ha iniziato bene il suo lavoro sullo storico circuito della Formula 1 riuscendo a migliorare costantemente i suoi tempi sul giro, anche grazie a un nuovo setting di base per la sua ART che deriva da quello utilizzato sulle Aprilia RS-GP ufficiali. In questa nuova configurazione la ART è ora più sincera nella guida al limite, soprattutto nelle curve, dove il problema del chattering, che aveva condizionato la gara della Repubblica Ceca di De Angelis, è sensibilmente migliorato.
Nel secondo turno di prove libere, Alex ha migliorato subito di un secondo i suoi tempi, nonostante utilizzasse le stesse gomme usate nella prima sessione. Nonostante questo, un problema di elettronica su entrambe le moto a disposizione del pilota ha poi rallentato le operazioni al box. Nell’ultima uscita, De Angelis stava facendo ancora meglio, quando è finito in terra per aver perso aderenza all’anteriore della sua moto, fortunatamente senza conseguenze fisiche per lui. Al termine della prima giornata di libere del Gp di Inghilterra, Alex De Angelis ha fatto segnare il suo miglior tempo in 2.05.820, che vale la ventiquattresima posizione in classifica.

ALEX DE ANGELIS – PILOTA MOTOGP#15 – 24° NELLE FP2 – 2.05.820 – “Questa mattina abbiamo iniziato molto bene, ma questo pomeriggio abbiamo avuto un problema elettronico a entrambe le moto e per questo abbiamo perso circa 12 minuti della sessione. Al mio rientro in pista sono riuscito subito a fare meglio della prima sessione di libere con le stesse gomme usate del mattino. Successivamente al cambio degli pneumatici già al T2 ero mezzo secondo sotto al mio ideal time, ma all’improvviso sono scivolato su un piccolo avvallamento della pista e li è finito il mio turno di prove. Peccato, ma la direzione che abbiamo preso in questo week end mi sembra quella giusta. L’incognita per tutti qui a Silverstone è il tempo. Se dovesse piovere, il bagnato potrebbe essere una freccia al nostro arco che cercheremo di sfruttare al massimo”.
Chiudi il menu